Comune di Ripalimosani

Posto su un gran masso tufaceo, ai cui piedi scorre il torrente Faterna, Ripalimosani da ancora oggi l’idea di un piccolo centro medioevale. Dal vicino paese di Montagano, si rileva il sito e il fitto agglomerato delle grigie case. Il Paese, certamente, esisteva prima del mille. Si narra che, distrutta dal Tiferno, posta dov’è Ripalimosani, i restanti abitanti fossero andati a Limosani, di dove, poi, ne sarebbero usciti, per riedificare il paese natio, con l’aiuto dei Limosanesi, e che per riconoscenza, al nuovo nome Ripa aggiunsero quello di Limosano. In cima al paese vi è il Gran Palazzo, una volta del Marchese con a lato la chiesa Madre dell’Assunta con il suo bel campanile. Un altro edificio di inestimabile valore storico è il Monastero S. Piercelestino, uno dei più antichi del Molise, che venne edificato nel secolo XIII e dista circa un chilometro dall’abitato.